PERCORSI

Serie composta da sei quadri fotografici con inserti ad inchiostro calcografico pigmentato.

Ogni fotografia, scattata personalmente da me e virata in bianco e nero in post produzione, è stampata a plotter su cartoncino.

Prima della stampa, la fotografia è stata sovrapposta a una seconda immagine fotografica, anch’essa virata in bianco e nero, che rappresenta labirinti.

Sei labirinti diversi per sei immagini fotografiche che simboleggiano, in modo allegorico, il purgatorio della Commedia dantesca a cui ho ulteriormente sovrapposto, in laboratorio, stralci d’inchiostro calcografico stampato a torchio.

Tutto questo sta a significare il percorso nord occidentale del poeta fiorentino nelle terre dei Malaspina e per il quale Dante scrisse una quartina in onore del signore del castello dove fu ospitato molti secoli fa.

I colori vogliono simboleggiare il percorso intrapreso dal sommo poeta identificando i punti più importanti dei luoghi rappresentati: l’Eremo di Sant’Alberto di Butrio, il castello di Oramala e la cittadina medievale di Varzi.

Gli inserti calcografici sono stati tirati a mano, con l’utilizzo di clichè incisi nelle varie forme da me desiderate, con torchio calcografico.
Le fotografie sono state trattate in precedenza con inchiostro calcografico nero e trasparente, su tutta la superficie dell’immagine, per darne una leggera velatura.
Alcune zone sono state successivamente trattate solo con clichè cosparsi di inchiostro trasparente e pressati sulla fotografia così da portare, attraverso anche l’ottimo utilizzo della luce naturale, l’occhio dello spettatore a determinate vie di fuga.

Una via di fuga dal labirinto che simboleggia anche un’uscita dal purgatorio dopo la sua purificazione.